Home > Religione degli Etruschi

Religione degli Etruschi

Ceramikasa. Ceramiche artistiche tradizionali polacche, realizzate e decorate a mano.

Gallerie                    

Nessuna galleria presente
Accedi o Registrati per inserire una galleria

Approfondimenti                    

Nessun approfondimento presente
Accedi o Registrati per inserire un approfondimento

La religione gioca un ruolo fondamentale nella vita degli etruschi, per molto tempo conservano culti arcaici della protostoria italica. Gli etruschi credono ad un entità divina che domina il loro mondo attraverso manifestazioni molteplici e occasionali, una sorta di forza misteriosa che era evocata o scongiurata attraverso l'ars aruspicina, ossia l'arte divinatoria che consisteva nell'analisi delle viscere di animali sacrificati (in genere pecore). L'aruspice "leggeva" soprattutto fegato (famoso è il fegato di Piacenza, modello bronzeo con iscrizioni etrusche) e intestino per trarne segni divini e norme di condotta. Tale arte si protrae anche nel periodo romano, si narrà che Spurinna, l'aruspice personale di Giulio Cesare, avrebbe predetto la morte alle idi di marzo.

Il popolo etrusco era talmente attaccato alla vita, era così impregnato di senso pratico, da essere addirittura ossessionato dalla morte. Il mistero e la paura dell'aldilà porta gli etruschi a contrastare gli effetti della morte conservando tutto quello che è vita.

Accedi o Registrati per lasciare un commento

1 Commento

  • Amalia 13/02/2017 17:35:58

    Gli etruschi credevano anche nella vita dopo la morte come gli Egizi ; crearono poi le necropoli e iniziarono a credere nei messaggi che mandono gli dei , di questo si occupava gli auguri : si occupavano di leggere il volo degli ucelli ; e gli aruspici : loro si occupano di leggere i fulmini eil fegato degli animali sacrificali